Lo sport è cultura, le sue radici e la sua memoria vanno difese

Lo sport nelle intenzioni degli anglosassoni a metà ‘800, poi riprese da Pierre de Coubertin nella sua reinvenzione dei Giochi olimpici a fine di quel secolo, si ispirava a valori che lo rendevano uno strumento di formazione per le giovani generazioni e dunque un’importante componente della cultura. In epoca attuale, esso rischia di perdere i suoi connotati originari e di trasformarsi in altro, in un sussidio terapeutico, uno strumento di lavoro, un elemento di business, un’esaltazione di supremazie nazionali ecc. La storia può aiutare a recuperarne i valori originari, le radici e la sua vera essenza che hanno sempre posto al centro la persona, unità inscindibile di anima, corpo e spirito.

Ciò è auspicabile soprattutto in questo periodo di pandemia che rischia di aggravare la confusione intellettuale e pedagogica esistente riguardo allo sport. Confermato dunque l’importante ruolo della storia, esiste per gli storici una valida documentazione su cui basarsi per costruirla? Quando si tornerà alla consultazione degli archivi, ne esistono di qualificabili come “dello e per lo sport” in Italia? Quale è il cammino finora percorso per la loro costruzione e difesa? Le istituzioni deputate alla gestione dello sport in Italia hanno avvertito nel tempo la accresciuta necessità di conservare la memoria di questo cospicuo patrimonio?

Nel tentativo di fornire risposte a queste domande, ricordando le iniziative italiane degli ultimi anni per difendere la documentazione sportiva, tra cui il progetto siglato nel 2018 tra AAE e CSI nazionale per la creazione di un “angolo dello sport” in ogni archivio diocesano, l’intervento si concentrerà sulle parole chiave di sport, cultura, storia e archivi. Ad esse si aggiunge quella di pastorale integrata, perché il difficile momento causato dalla pandemia potrebbe aiutarci a riformulare i connotati dello sport come educazione su di un cammino quasi missionario, attento alla persona nella sua integrità.

Angela Teja
Angela Teja
Società Italiana di Storia dello Sport e Centro Sportivo Italiano