Fondazione MIA

La Congregazione della Misericordia Maggiore di Bergamo, meglio conosciuta con l’abbreviazione MIA, sorse nel 1265 per opera di due domenicani, il vescovo Erbordo e il beato Pinamonte da Brembate. Il soccorso dei poveri, degli infermi, dei carcerati e degli altri bisognosi fu l’obiettivo della Congregazione. Ancora oggi la MIA, che dal 2004 ha assunto la forma giuridica di Fondazione, prosegue nella missione che l’ha contraddistinta negli oltre sette secoli di esistenza: occuparsi di istruzione, cultura, religione e assistenza.

https://www.fondazionemia.it/it/istituzione/storia

 

Domus Magna

Sede per molti secoli del Consorzio della Misericordia Maggiore, è uno dei luoghi più ricchi di storia della città di Bergamo. Di qui passarono le maestranze (architetti, pittori, scultori, stuccatori) che lavorarono alla decorazione della Basilica di S. Maria Maggiore; oltre a noti musicisti e cantanti provenienti da mezza Europa e chiamati a far parte della prestigiosa cappella musicale della Basilica. Le sue stanze, oltre ad accogliere la “famiglia” al servizio della amministrazione della Misericordia (le donne di casa, il mulattiere, il fattore, il notaio), ospitarono per secoli una scuola pubblica, l’unica della città. Nella Domus Magna ha sede il Museo donizettiano, che attraverso un’accurata esposizione permette di conoscere la vita, l’opera e la personalità di Gaetano Donizetti, protagonista del teatro musicale europeo del primo Ottocento.

https://www.fondazionemia.it/it/domusmagna/storia